Giardinaggio

Cosa usare come antizanzare

cosa-usare-come-antizanzare

Cosa usare come antizanzare?

L’estate, sotto molti aspetti, è una delle stagioni più belle dell’anno. Sole e caldo sono sinonimo di vacanze, di mare e di serate da trascorrere all’aperto in compagnia. Uno dei pochi inconvenienti di questa stagione, però, sono le zanzare, vero elemento di disturbo in grado di rovinare le serate più belle. Fortunatamente, però, esistono dei rimedi che possono aiutare, alcuni di origine chimica, altri naturali, che sono in grado di tenere lontane le zanzare e, quando è necessario, eliminare il problema alla radice, debellando i nidi e bonificando interamente l’area di interesse. E’ maggiormente esposto al rischio zanzare chi vive in un’area verde e chi abita in una casa con giardino, giacché le zanzare trovano il loro habitat ideale proprio al riparo della vegetazione, soprattutto dove sussistono i ristagni d’acqua e gli ambienti altamente umidi.

Cosa usare come antizanzare? La differenza tra insetticida e repellente.

Purtroppo, attorno ai prodotti antizanzare c’è un po’ di confusione, perché si tende spesso a fare confusione tra i prodotti per il debellamento degli insetti e quelli che, invece, hanno la sola funzione di tenerli lontani. Sono entrambi efficaci ma se da un lato, i repellenti sono una soluzione momentanea, visto che il problema non viene eliminato ma solamente allontanato, dall’altra gli insetticidi chimici e quelli elettrici eliminano la causa, uccidendoli. Ovviamente esistono tantissime soluzioni diverse, ognuna delle quali è funzionale in un senso o nell’altro ma l’efficacia di ogni prodotto dev’essere valutata sulla base delle singole esigenze.
Spirali e bastoncini, candele e lanterne sono i repellenti più diffusi. Sono utili per tenere lontani gli insetti negli spazi aperti e se posizionati strategicamente sono in grado di funzionare piuttosto bene. Sono utili soprattutto alla sera ma bisogna sempre fare attenzione che siano attivi, perché non appena il loro effetto svanisce, ossia quando si spengono, le zanzare che fino a quel momento erano rimaste lontane non esitano ad avvicinarsi e ad aggredire.
Spray, trappole, liquidi e polverine, invece, sono gli insetticidi antizanzare più apprezzati per la loro funzione. Bisogna considerare che in base alla tipologia di principio attivo e di composizione possono avere una tossicità più o meno marcata, quindi è sempre meglio valutare con cura la tipologia da impiegare, soprattutto in caso di presenza di bambini e di animali domestici. Inoltre, alcuni dei prodotti antizanzare non sono funzionali esclusivamente alla lotta contro questi insetti, perché la loro azione è molto più ampia e permette di combattere anche contro altri disturbatori come zecche, pulci, cimici, scarafaggi e molti altri ancora.
Infine, tra gli antizanzare di nuova generazione ci sono quelli elettrici, soluzioni di moderna concezione che utilizzano in minima parte (o non utilizzano proprio) elementi chimici per debellare gli insetti volanti ma basano il loro funzionamento esclusivamente sulla fisica. Sono particolarmente efficaci e apprezzati per il loro funzionamento, molto semplice e con un bassissimo coefficiente di rischio per altri insetti che non siano zanzare o simili.
Cosa usare come antizanzare è una scelta personale, ma le soluzioni di sicuro non mancano:

Elettroinsetticida Mosquito Zan: l’antizanzare elettrico

Tra gli antizanzare elettrici, uno di quelli più apprezzati attualmente presenti sul mercato è l’elettroinsetticida Mosquito Zan, una soluzione innovativa particolarmente interessante per le sue peculiarità. Il principio di funzionamento si basa sull’aspirazione. Come è ben noto, gli insetti sono per loro natura attratti dalla luce: questo prodotto dispone di una luce led ad alta luminosità (ma bassi consumi) che li richiama a sé ma, non appena questi si avvicinano, vengono immediatamente risucchiati da una ventola silenziosa ad alta velocità, che li incanala in un cestello con filtro facilmente smontabile e lavabile. Qui, gli insetti risucchiano non sopravvivono a lungo e l’autonomia del filtro dipende da quanti animali vengono risucchiati ma prima di dover procedere con il lavaggio e la pulitura possono trascorrere anche 5/6 giorni. Il sistema mono-mandata, inoltre, impedisce agli insetti di uscire nel momento in cui la ventola viene spenta. Per preservare gli insetti innocui come farfalle, lucertole, libellule ecc., la ventola è dotata di una maglia di protezione che impedisce il passaggio di insetti di dimensioni più grandi delle zanzare, che quindi non vengono risucchiati. Il consumo è piuttosto ridotto e si attesta ad appena 5W, ben l’80% in meno rispetto al modello precedente e ha una copertura ottimale fino a 500 metri quadrati.

 

Insetticida ETOX 20/20 da Litro + Actilarv 100: antizanzare chimico

Chi preferisce optare per soluzioni più classiche, affidandosi agli antizanzare chimici, può provare l’insetticida ETOX 20/20, che viene venduto in formato liquido. Si tratta di un prodotto concentrato ad altissima efficacia, che per essere utilizzato dev’essere emulsionato in acqua. E’ uno dei prodotti più efficaci ma con il più basso livello di tossicità, ideale sia per utilizzo domestico che professionale. La sua funzione snidante, abbattente e residuale è utile per le zanzare ma anche per altri insetti che possono causare problemi, come le zecche, le pulci, gli acari ecc.
Entra in azione da subito ma ha un’efficacia prolungata nel tempo su qualsiasi superficie, quindi può essere utilizzato sia in ambiente esterno che interno. Viene venduto in confezione con Activa Actilarv, un insetticida selettivo che debella le larve di zanzare, particolarmente efficace con le zanzare tigre.

0 Comments
Share

Reply your comment

Your email address will not be published. Required fields are marked*